closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Ombre rosse su Hollywood

Cinema. «Trumbo», il nuovo film di Jay Roach, narra gli anni dell’inquisizione maccartista attraverso la vicenda di Dalton Trumbo, il più celebre fra gli autori perseguitati

Bryan Cranston e Diane Lane

Bryan Cranston e Diane Lane

Il pogrom anticomunista che sconvolse Hollywood negli anni ’50 è un trauma la cui scia tossica permane più di mezzo secolo dopo. Trumbo racconta l’inquisizione maccartista attraverso la storia di Dalton Trumbo, il più famoso degli autori allora perseguitati dalla HUAC di Joseph McCarthy. Il film di Jay Roach apre con un preambolo che accenna alla storia «segreta» del comunismo americano ed è utile ricordare ad esempio, come pochi mesi dopo la sua fondazione nel 1919, due anni prima della controparte cinese (e del Pci), il CPUSA (Communist Party Usa) contasse già 60 mila iscritti, ed era fra i più...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi