closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Ogni respiro è un veleno. Torino, Milano e Palermo le città più inquinate d’Italia

Rapporti Greenpeace e Legambiente. Polveri e ozono dovute soprattutto al traffico: circa 7 milioni di abitanti inalano sostanze tossiche. Roma è al quarto posto della triste classifica solo grazie al clima ventoso e piovoso

Torino

Torino

Trasferta a Bruxelles per il ministro Gian Luca Galletti. Oggi, con i colleghi di altri otto stati dell’Unione, avrà un confronto con Karmenu Vella, commissario europeo per l’Ambiente, prima che i rispettivi paesi vengano deferiti alla Corte Europea per la violazione dei limiti per le polveri sottili (Pm10) e il biossido d’azoto (NO2). Evitare le sanzioni per l’Italia sarà difficile, a giudicare dai rapporti stilati da Greenpeace e Legambiente. EMERGENZA BAMBINI Lo studio «Ogni respiro è un rischio», presentato ieri da Greenpeace, analizza 40 monitoraggi realizzati a Milano, Torino, Roma e Palermo dallo scorso ottobre presso asili e scuole elementari....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.