closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Occupy Hong Kong: come si è organizzato il movimento e l’importanza dei social networks

Intervista. Chloe Kam, attivista e «content manager» di Occupy

Anche nelle manifestazioni di Hong Kong, il ruolo dei social network è stato importante. Senza confondere la realtà con la virtualità e dando per scontato (anche se non sempre accade) la necessità di contestualizzare quanto accaduto, sicuramente anche i manifestanti di Hong Kong, hanno dimostrato di sapere gestire in modo adeguato i social media. Su Twitter sono moltissimi gli account che raccontano e specificano le caratteristiche del movimento, che aggiornano e indicano i passi successivi. Tra chi gestisce questo imponente ufficio stampa c’è anche Chloe Kam, divisa tra strade e tastiera e responsabile di Twitter del collettivo HKdemoNow. Innanzitutto, mentre...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.