closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Obama: «Sul nucleare, Tehran è stata di parola

Iran. Verso lo slittamento dell'accordo

Il presidente iraniano Hassan Rohani

Il presidente iraniano Hassan Rohani

L’accordo sul programma nucleare iraniano non è dietro l’angolo. Lo ha confermato ieri il presidente degli Stati uniti, Barack Obama, secondo il quale, si andrebbe ad uno slittamento di sei mesi per la stesura finale dell’intesa, prevista per il 20 luglio, dopo l’accordo preliminare siglato a Ginevra il 24 novembre 2013. «L’Iran ha mantenuto le promesse sul programma nucleare», ha assicurato Obama, echeggiando le parole dell’Agenzia internazionale per l’Energia atomica (Aiea) che lo scorso aprile aveva confermato lo sforzo di trasparenza di Tehran. Eppure nel Congresso, le voci di Repubblicani (e molti Democratici) sono ben più critiche. 344 parlamentari Usa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi