closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Obama forza il congresso

Stati Uniti. Dichiarazione di guerra in diretta tv del presidente democratico. Non è chiara la posizione dell’Unione europea che fa appello ad una «reazione internazionale forte»

Il presidente americano Barack Obama

Il presidente americano Barack Obama

Non è ben chiaro cosa intenda fare l’Unione europea che si appella a reazione internazionale «forte» ai presunti attacchi chimici in Siria. Barack Obama, al contrario, ha le idee ben chiare. La guerra la farà anche se il Congresso dovesse, clamorosamente, bocciare i suoi piani di attacco alla Siria. La "dichiarazione di guerra" il presidente Usa l’ha pronunciata ieri, davanti alle telecamere rivolgendosi direttamente agli americani, mentre il mondo si preparava alla veglia di preghiera chiamata da papa Francesco per la pace in Siria, nel Medio Oriente, e nel mondo. Il regime di Assad è «responsabile» del peggior attacco con...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi