closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Obama e Al-Sistani contro Maliki: «Nuovo governo»

Iraq. Ancora battaglia alla raffineria di Baiji. Il Kurdistan vende il greggio a Israele

Miliziani Al Qaeda

Miliziani Al Qaeda

Per il terzo giorno la raffineria di Baiji è teatro della battaglia tra esercito governativo e milizie jihadiste. L’impianto, a 250 km da Baghdad, è occupato per oltre la metà dal Siil che a due settimane dal lancio dell’offensiva controlla gran parte del nord: le province di Anbar, Salah-a-Din, Ninawa e Diyala. Proseguono gli scontri anche nella città sciita e turkmena di Tal Afar, a ovest, tra Mosul e il confine con la Siria: nel sesto giorno di battaglia, i jihadisti mantengono ancora il controllo della città. E se il campo energetico è diventato ormai fondamentale perno di controllo del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi