closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Obama delude ancora una volta Netanyahu

Siria. In Israele non credono all'iniziativa russa per il controllo dell'arseale chimico siriano e hanno accolto male l'approvazione della Casa Bianca al piano di Mosca. Deluse anche le petromonarchie del Golfo

Netanyahu tace sul «sì» di Barack Obama al piano russo per il controllo internazionale delle armi chimiche siriane, così come aveva taciuto dopo la decisione presa dal presidente Usa di richiedere l’autorizzazione del Congresso a un attacco americano alla Siria. Ma è un silenzio che dice più di tante parole e che ben rappresenta l’insoddisfazione del premier israeliano (e del suo governo) per quella che considera la linea “soft” di Obama verso i “nemici dello Stato ebraico”. Proprio Israele nei mesi scorsi aveva chiesto con forza di mettere sotto controllo le armi chimiche di Damasco, ma Netanyahu si aspettava un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.