closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Obama delude ancora una volta Netanyahu

Siria. In Israele non credono all'iniziativa russa per il controllo dell'arseale chimico siriano e hanno accolto male l'approvazione della Casa Bianca al piano di Mosca. Deluse anche le petromonarchie del Golfo

Netanyahu tace sul «sì» di Barack Obama al piano russo per il controllo internazionale delle armi chimiche siriane, così come aveva taciuto dopo la decisione presa dal presidente Usa di richiedere l’autorizzazione del Congresso a un attacco americano alla Siria. Ma è un silenzio che dice più di tante parole e che ben rappresenta l’insoddisfazione del premier israeliano (e del suo governo) per quella che considera la linea “soft” di Obama verso i “nemici dello Stato ebraico”. Proprio Israele nei mesi scorsi aveva chiesto con forza di mettere sotto controllo le armi chimiche di Damasco, ma Netanyahu si aspettava un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi