closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Obama a Netanyahu: ora Stato di Palestina

Medio Oriente. Il presidente Usa, nell'ultimo vertice con il premier israeliano, ribadisce che la sicurezza di Israele passa per la nascita dello Stato palestinese indipendente. E chiede la fine della colonizzazione. Ma le parole non bastano ai palestinesi dei Territori occupati dove si è riaccesa l'Intifada.

Hebron sotto occupazione israeliana

Hebron sotto occupazione israeliana

«La sicurezza di Israele è fondamentale per la sicurezza dell'America». Anche nell'ultimo incontro del suo mandato con il premier israeliano Benyamin Netanyahu, Barack Obama ha voluto prima di tutto riaffermare come il legame tra Usa e Israele sia «indistruttibile». Allo stesso tempo, come due giorni fa, il presidente americano ha ribadito di essere «preoccupato» per gli insediamenti coloniali israeliani in continua espansione nei Territori palestinesi occupati. «Voglio vedere uno Stato di Israele stabile e sicuro con una patria per i palestinesi», ha aggiunto caricando, almeno in apparenza, di tensione e significativi politici l'ultimo faccia a faccia con Netanyahu. Sullo sfondo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi