closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Nuovo via alle trivellazioni, l’allarme dei movimenti

Gli emendamenti. La legge di stabilità torna ad autorizzare le perforazioni, scavalcando i quesiti referendari con aggiunte e abrogazioni "subdole": "Il governo ci inganna", denunciano i No triv

«Un autentico inganno. Gli emendamenti presentati dal governo alla legge di Stabilità 2016 ricalcano solo apparentemente i quesiti referendari. Essi, tra abrogazioni e aggiunte normative, mimetizzano e mascherano, in modo subdolo, il rilancio delle attività petrolifere in terraferma e in mare e persino entro le 12 miglia dalla costa». Il movimento No triv torna così all’attacco di Renzi, accusato di "barare". E boccia le modifiche proposte dal suo esecutivo in materia di ricerca ed estrazione del petrolio. «I passaggi normativi del disegno governativo - scrivono in un documento i No triv - sono riassunti nell’abolizione del “Piano delle aree” (strumento...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi