closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Nuovo venerdì di manifestazioni a Gaza

Striscia di Gaza. Si teme un bagno di sangue come nei venerdì precedenti della "Grande Marcia del Ritorno" in cui i cecchini israeliani hanno ucciso 40 palestinesi. Ieri è rientrata a Gaza la salma di Fadi al Batsh, l'ingegnere di Hamas assassinato dal Mossad a Kuala Lampur

La salma di Fadi al Batsh al rientro ieri a Gaza

La salma di Fadi al Batsh al rientro ieri a Gaza

È rientrata ieri nella Striscia di Gaza la salma di Fadi al Batsh, l'ingegnere e ‎docente ‎universitario palestinese, freddato sabato scorso a Kuala Lampur ‎dai colpi che gli hanno ‎sparato contro due uomini in moto. Un assassinio ‎attribuito al Mossad, il servizio segreto ‎israeliano. Il New York Times ieri ‎scriveva che al Batsh, membro di Hamas, è stato ucciso ‎nell'ambito di ‎una ‎«vasta operazione‎» del Mossad perché era in contatto con la Corea ‎del ‎Nord, per armi destinate a Gaza. Ad accogliere la sua bara proveniente ‎dall'Egitto ‎c'erano, oltre alla famiglia, anche alcuni esponenti di spicco di ‎Hamas. ‎«Stai tornando...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi