closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Nuovi scenari per il jazz

Musica. Varato dal ministero della cultura un fondo speciale di 500 mila euro. Ma nella capitale i tagli all'estate romana rischiano di far chiudere la Casa del Jazz

Forse l’11 giugno 2014 diventerà una data storica per il jazz italiano. Il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo Dario Franceschini ha annunciato i programmi di festival e rassegne di jazz del Bel Paese per l’estate ’14 e presentato varie e significative iniziative, introdotto da Gianni Pini (presidente della Associazione i.jazz) e da Paolo Fresu (musicista, direttore artistico e membro del direttivo del Midj, riunisce i jazzisti italiani). Cifre, iniziative e nuovi orizzonti si schiudono, con parole e fatti, a un nuovo scenario per il jazz fuori dalla nicchia in cui era costretto e verso un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.