closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Nuova legge per assumere i rider e Deliveroo dice addio alla Spagna

Piattaforme. Presente in 40 città del paese: 1615 lavoratori a Madrid, 758 a Barcellona

Deliveroo getta la spugna. Ieri la piattaforma di distribuzione di cibo a domicilio ha annunciato che a partire dal 6 settembre consulterà i suoi dipendenti sulla cessazione delle proprie attività economiche in Spagna. Formalmente, la compagnia, che in Spagna non occupa la posizione dominante del mercato, ha fatto sapere che ci vorrebbe un livello di investimenti «troppo elevato» con una rendita potenziale «molto incerta» per riuscire a garantirsi viabilità economica. Certamente, nella penisola iberica Deliveroo ha molti competitor, ma è anche vero che il 12 agosto entra in vigore la legge voluta dalla ministra del lavoro Yolanda Díaz e probabile...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.