closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Internazionale

Nuova colata di cemento israeliano: 3300 case per i coloni in Cisgiordania

Territori Occupati. E' la ritorsione del premier Netanyahu e dell'ultradestra israeliana per la nascita del nuovo governo palestinese e per il sostegno internazionale ricevuto da Abu Mazen

La colonia ebraica di Har Homa, tra Gerusalemme Est e Betlemme

La colonia ebraica di Har Homa, tra Gerusalemme Est e Betlemme

Chi si affannava a descrivere Benyamin Netanyahu come un “moderato” prigioniero dell’ultradestra, in particolare del partito Casa Ebraica, è stato definitivamente smentito. Mai come in questi ultimi giorni l’alleanza tra il premier israeliano e il partito “Casa ebraica” si sta dimostrando ideologica e non solo tattica, quindi non legata alla sopravvivenza del governo. Netanyahu e gli ultranazionalisti hanno attuato nelle ultime ore una ritorsione congiunta contro il nuovo governo palestinese di unità nazionale sostenuto dal partito Fatah e dal movimento islamico Hamas. Nella notte tra mercoledì e giovedì il ministro dell’edilizia Uri Ariel ha reso noto il bando per la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi