closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

«Nuke è bello». La propaganda anni ’50 dell’Agenzia per l’energia atomica

Energie sostenibili. Presentato nel pieno del dibattito un manuale per convertire all’atomo governi e amministratori locali

Gli atom-prop di Vienna. I caschi blu del nucleare scesi in campo per innescare la reazione a catena nell’opinione pubblica. Pronti a raccontare ai governi nazionali come ai bambini delle elementari come funziona (bene) la tecnologia che l’Unione europea si appresta a dipingere di verde. Roba da anni Cinquanta del secolo scorso, se non fosse che ancora oggi «spiegare l’energia nucleare costruendo la fiducia è la chiave del successo del funzionamento e dell’espansione delle centrali atomiche». Lo scrive nero su bianco l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) nel manuale «Stakeholder engagement in nuclear programmes» pubblicato martedì scorso. Una vera e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.