closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Reportage

Notte di bolgia in Belgio

Reportage. Dalla festa del Doudou al gol di Mertens che regala ai «diavoli rossi» la vittoria sull’Algeria. Nel capoluogo del Borinage, terra di migranti e fatica, dove gli italiani tifano due volte. E la birra scorre a fiumi per tutti

Mons, un tifoso del Belgio e dell'Italia davanti al mondiale

Mons, un tifoso del Belgio e dell'Italia davanti al mondiale

On y va, garçons, si parte, ragazzi. Il treno scivola dalla stazione dell’aeroporto di Bruxelles verso Mons, capoluogo del Borinage, la regione delle miniere di carbone, della strage di Marcinelle: 262 minatori morti, di cui 136 italiani, anno 1956. Il treno scivola tra le campagne di una primavera inoltrata, che il cielo grigio sembra voler rifiutare. Le case solitarie e le case dei piccoli paesi si somigliano tutte, il tetto spiovente di ardesia, la pietra e il mattone rosso scuro dei muri, le lunghe finestre, i balconi in ferro battuto. Un paesaggio ripetitivo, cui, dopo un po’, non fai più...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi