closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Notizie pericolose, in Egitto. Al-Sisi assalta la redazione

Informazione nel mirino. Pesante avvertimento ai giornalisti di Mada Masr. La direttrice Lina Atallah: «È solo l’inizio». Il raid delle forze di sicurezza sembra collegato a un'inchiesta pubblicata sul figlio maggiore del presidente e sulle tensioni all'interno dei servizi

Mahmoud al-Sisi in una illustrazione pubblicata da Mada Masr

Mahmoud al-Sisi in una illustrazione pubblicata da Mada Masr

La redazione di Mada Masr, sito di informazione indipendente egiziano, è stata attaccata domenica dalle forze di sicurezza. Diversi membri del giornale sono stati trattenuti per alcune ore e tre di loro, tra cui la direttrice Lina Atallah, sono stati portati in una stazione di polizia e rilasciati solo in serata. Appena il giorno prima era stato arrestato durante una perquisizione notturna in casa un altro redattore, Shady Zalat, detenuto per più di 24 ore in un luogo sconosciuto. IL RAID È AVVENUTO intorno alle 13.30 di domenica, quando circa venti uomini in borghese hanno fatto irruzione negli uffici della...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.