closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Normalità dell’amnistia, eccezione della sinistra

Giustizia. Siamo vittime, spesso volenterose, del berlusconismo. La sua crisi, forse finale, ci trascina con sé, subordinandoci culturalmente

L’articolo di Andrea Fabozzi, pubblicato sabato scorso, è assai importante e interamente condivisibile. E tuttavia, la nostra sensazione è che arrivi drammaticamente tardi e possa semplicemente - non è poco, però - alimentare un interessante dibattito, ma senza conseguenze pratiche sul piano politico-istituzionale e tantomeno su quello delle effettive condizioni di esecuzione della pena nel nostro paese. Non diversamente sarebbero andate le cose, temiamo, se tale discussione si fosse sviluppata qualche tempo fa perché essa sconta, in ogni caso, un ritardo culturale e politico che si è fatto ormai enorme e, forse, insuperabile. La nostra posizione è nettissima e confermata...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi