closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Non solo da omofobi e intolleranti le critiche al ddl Zan

Diritti. Uno tra gli scopi principali della nuova normativa, non sia da rinvenire nella repressione dei comportamenti di discriminazione, che pure non devono essere tollerati, ma ancor più nel suo carattere di contrasto culturale.

Manifestazione per i diritti Lgbtq

Manifestazione per i diritti Lgbtq

Critiche al ddl Zan sono state espresse non solo da omofobi o intolleranti, ma anche da esponenti del mondo cattolico e liberale, nonché da una parte della cultura femminista. Da un lato, si è manifestato il timore che si possa limitare il libero dissenso nei confronti di pratiche e tipi di relazione contrari alle proprie ideologie, dall’altro è stata contestata l’introduzione di una formulazione che tende a dare rilievo all’identità percepita rispetto al sesso biologico. Vediamo di prendere sul serio queste obiezioni e valutarne il fondamento. Per quanto riguarda la questione dei limiti alla libertà di manifestazione del pensiero, essa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi