closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

No alla commissione d’inchiesta, resa dei conti con la magistratura

Toghe. Spingerebbe in secondo piano i problemi reali che affliggono la giustizia: la durata dei processi, l’uso troppo discrezionale dei poteri di indagine, il carrierismo individualista

La proposta di legge per l’istituzione di una commissione parlamentare di inchiesta «sull’uso politico della giustizia» che ha come prima firmataria l’onorevole Gelmini va rigettata sia per una ragione di principio sia per i suoi intenti politici di parte. In primo luogo essa rappresenta una palese violazione del principio della separazione dei poteri in quanto un potere politico, nei confronti del quale la Costituzione sancisce espressamente l’indipendenza e l’autonomia della magistratura, non può mettere sotto indagine l’attività giudiziaria svolta dai magistrati che hanno inquisito o condannato personalità politiche nonché l’associazionismo interno alla magistratura. Non è affatto un buon argomento a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.