closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

«No al Salva-Raggi». E sulla capitale il governo balla

La questione immorale. Oggi in consiglio dei ministri il decreto crescita e la norma che la Lega non vuole. L’accordo non c’è. E su Siri è muro contro muro

Pasqua non ha portato il ramoscello d’ulivo nella maggioranza. Potrebbe anzi non aver portato neppure quella fragile tregua sul Salva Roma che sembrava possibile. Sul caso di Armando Siri, invece, non c’è mai stato neppure un vago accenno di schiarita. Il braccio di ferro prosegue e alla fine dovrà esporsi il premier Giuseppe Conte. Non oggi però. Complice la serie di ponti e il viaggio in Cina, il presidente del consiglio rinvierà probabilmente alla settimana prossima il momento della verità. MA PER IL SALVA ROMA non è più possibile prendere tempo. Il provvedimento dovrebbe essere inserito nel decreto Crescita, che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.