closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

“No ai tagli di Renzi”. La Rai scende in piazza

Sciopero l'11 giugno. La protesta indetta da tutti i sindacati presenti in azienda: si rischiano tagli agli organici e la svendita di Raiway

L’11 giugno tutti i dipendenti della Rai scenderanno in piazza: tutti i sindacati hanno indetto uno sciopero contro la «riforma» annunciata da Renzi, consistente in un taglio di 150 milioni di euro previsto dal dl 66 del 2014. Le sigle hanno aderito in massa: Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, Ugl Telecomunicazioni, Snater, Libersind Conf Sal e Usigrai. «Il decreto mostra evidenti profili di incostituzionalità – dicono i sindacati – Un taglio drastico che non colpisce gli sprechi ma i posti di lavoro, creando le condizioni per lo smantellamento delle sedi regionali e ancor peggio per la svendita di RaiWay...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi