closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Niobe, artista delle donne

«Le Nemesiache». Addio a Teresa Mangiacapra, con la sorella Lina fu una delle maggiori personalità della scena artistica napoletana e una delle forze motrici del femminismo

«Essere LeAli» nello studio di Teresa Mangiacapra a Palazzo Serra di Cassano a Napoli; sotto un ritratto dell'artista in India (foto di Fausta Base)

«Essere LeAli» nello studio di Teresa Mangiacapra a Palazzo Serra di Cassano a Napoli; sotto un ritratto dell'artista in India (foto di Fausta Base)

«Teresa Mangiacapra ha smesso di respirare. Niobe, suo nome d'arte (forse) e la sorella Lina Mangiacapre hanno dissotterrato i miti, invertendo e rivoltando, liberandoli dal peso delle interpretazioni»: così Stefania Cantatore a nome dell'Unione donne in Italia (Udi) di Napoli ha salutato ieri la morte di una delle maggiori personalità della scena artistica partenopea nonché una delle forze motrici del femminismo. I funerali saranno celebrati stamattina alle 11 nella Chiesa degli Artisti a piazza Trieste e Trento. Teresa e Lina, Niobe e Nemesi, con il cognome declinato in modo differente per un errore all'anagrafe, hanno attraversato cinquant'anni di percorsi umani...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi