closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Nigeria fuori controllo. «Rapite 300 studentesse»

L'istruzione o la vita. Pressioni su Buhari perché dichiari lo «stato d’emergenza». Amnesty: «Diritto allo studio negato». Aumentano stragi e sequestri, inutili i raid aerei contro Boko Haram e le bande criminali

Una studentessa della Oregun Junior and Senior High School di Lagos

Una studentessa della Oregun Junior and Senior High School di Lagos

Diventa sempre più difficile la situazione sicurezza in Nigeria. Martedì pomeriggio, i miliziani di Boko Haram si sono infiltrati nella città di Maiduguri, capitale dello stato del Borno, e hanno lanciato diversi colpi di mortaio e bombe che hanno provocato la morte di 18 persone e dozzine di feriti. I video ripresi dai residenti e pubblicati sui social network testimoniano la violenza degli attentati, con centinaia di persone che corrono sconvolte nelle strade della città colpite dall’attacco, visto che alcuni colpi sono caduti nei quartieri densamente popolati di Adamkole e Gwange, uccidendo anche 9 ragazzi su un campo di calcio....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi