closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Nier Replicant, dipinto come nuovo

Nuova veste. Torna il videogioco che fu sviluppato nel 2010 dal misterioso Yoko Taro in Giappone

C’è una luce abbacinante, che non cessa mai di illuminare la disperazione di un mondo quasi defunto, dove rari sopravvissuti si estinguono oscurati a causa di un morbo metafisico incurabile e per le aggressioni letali di ombre mostruose ed evanescenti. Una luce crudele, inquisitrice, che arde sugli orrori e sulla quieta, stanca bellezza di una natura inerte, disinteressata. Tornano la malinconia straziante e la tristezza esistenzialista di Nier Replicant, capolavoro incompreso per la sua ricercata, umana imperfezione, sviluppato nel 2010 dal geniale e misterioso Yoko Taro, e oggi ridipinto e restaurato in una versione aggiornata per le piattaforme Playstation 4,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi