closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Niente tassa, niente giustizia

Giustizia. Una norma a sorpresa nella legge di bilancio subordina l'iscrizione a ruolo delle cause al versamento del contributo unificato. Per gli avvocati è un ritorno al medioevo. Ma anche per la maggioranza la novità va corretta

L’articolo 192 della legge di bilancio, finalmente arrivata in senato, contiene una sorpresa: d’ora in poi se non si prova il pagamento per intero e correttamente del contributo unificato (che è la tassa che sui ricorsi civili, amministrativi e tributari) la causa non può essere iscritta a ruolo. Siccome per i ricorsi ci sono quasi sempre dei termini tassativi da rispettare, questo vuol dire che il diritto alla giustizia è subordinato al pagamento. Fino ad ora, anche da quando una ventina d’anni fa è stata introdotta questa tassa spesso molto alta come forma di deterrente e per fare cassa, la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.