closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Niente sanzioni Usa sul gasdotto, il Cremlino apprezza

Bilaterale in Islanda. Prove di disgelo tra Lavrov e Blinken nel primo faccia a faccia dall'arrivo di Biden alla Casa bianca, in cui è stata ribadita la volontà di trovare un punto di incontro. Anche sul Donbass

 Antony Blinken e Sergej Lavrov a Reykjavik

Antony Blinken e Sergej Lavrov a Reykjavik

Un incontro costruttivo, durato più del previsto. Così il ministro degli Esteri russo, Sergej Lavrov, sul colloquio di mercoledì con la controparte statunitense, Antony Blinken, a margine di una ministeriale del Consiglio artico a Reykjavik. Nel primo faccia a faccia tra i capi della diplomazia dei due Paesi dall’insediamento di Joe Biden, le parti hanno ribadito la volontà di trovare un punto di incontro nei rapporti bilaterali, ferme restando le profonde divergenze che tradizionalmente caratterizzano le interazioni tra Mosca e Washington nel contesto globale. «Gli Stati uniti vogliono una relazione prevedibile e stabile con la Russia», ha detto il segretario...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi