closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Niente accordo sui migranti e l’Italia accetta di trattare

Il vertice dei ministri dell'Interno. In Lussemburgo non si parla di ricollocamenti. Via libera sul regolamento Easo

Non riuscendo a mettersi d’accordo su come gestire i flussi di migranti in arrivo, l’Unione europea trova una strategia comune nel guardare fuori dai propri confini scegliendo - cosa tra l’altro non nuova - di intensificare i rapporti con i Paesi di origine di quanti cercano di attraversare il Mediterraneo. Il che significa provare a siglare accordi bilaterali per i rimpatri, affiancati da aiuti economici utili per rendere le frontiere africane più difficili da attraversare. A cominciare, è stato sottolineato nel vertice dei ministri degli Interni che si è tenuto ieri a Lussemburgo, da Tunisia e Libia, principali Paesi di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi