closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Nick Cave tra sacro e profano

Note sparse. Si intitola «Idiot Prayer» la performance dal vivo, per solo piano e voce, dell’artista australiano diventata disco e film

Nick Cave

Nick Cave

L’Alexandra Palace, o Ally Pally per gli amici, fu aperto al pubblico nel 1873 per dare alla zona nord di Londra un polo culturale e ricreativo, un luogo di fuga e rigenerazione per gli abitanti di una città sempre più sovraffollata. Nello spirito della coscienza sociale vittoriana, il palazzo e il parco che lo circonda avrebbero avuto un ruolo educativo oltre che ludico. Meno di un secolo dopo, però, l’Ally Pally ospitò un grande evento che di vittoriano aveva ben poco. Il 29 aprile 1967 circa diecimila persone, di cui forse la metà sotto acido, si riversarono nella Great Hall...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi