closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Italia

New town, da evacuare il «miracolo» berlusconiano

L'Aquila. Il sindaco Cialente ordina lo sgombero di 124 alloggi «non sicuri» a causa dei balconi pericolanti già posti sotto sequestro

L'Aquila, balconi pericolanti nelle Case delle new town

L'Aquila, balconi pericolanti nelle Case delle new town

Se ai disagi si aggiungono disagi, dovuti a malaffare, scorrettezze e raggiri sulle quali indaga la Procura, parliamo di new town, quelle del «miracolo» berlusconiano. Tutto è cominciato il 2 settembre 2014 fa con un balcone crollato, su quello sottostante, «per difetti di costruzione e utilizzo di materiale scadente». A seguire, la scorsa estate, qualche finestra che si è staccata, insieme al lucernario, atterrando nei giardinetti sottostanti. La storia è continuata negli ultimi giorni: un altro balcone pericolante, con cedimento strutturale, è stato scovato, a L’Aquila, negli alloggi del progetto Case - complessi antisismici sostenibili ed ecocompatibili - , realizzati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.