closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Netanyahu sempre più sulla graticola

Israele. Mercoledì sera il premier, sotto indagine per frode e corruzione, ha abilmente spostato il procedimento giudiziario su un piano politico. E ha accusato l'opposizione e i media di tentare un "golpe". Ma l'inchiesta va avanti e la sua situazione è sempre più precaria.

Il professor Eytan Gilboa non è noto come un analista di sinistra, anzi. Insegna all'università Bar Ilan, il laboratorio della destra israeliana. Eppure non può trattenere una smorfia di disappunto quando gli chiediamo del discorso che il premier Netanyahu ha rivolto mercoledì sera a migliaia di sostenitori del suo partito, il Likud, giunti a Tel Aviv per esprimergli appoggio nell'inchiesta che lo vede sospettato di frode e corruzione. «Quella folla non si è riunita spontaneamente, è stato Netanyahu a mobilitarla – ci dice Gilboa - voleva mostrarsi come un leader forte e popolare. Trovo inopportuno questo modo di fare mentre...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.