closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'inchiesta

Net neutrality, la truffa dei giganti del web contro la democrazia diretta

Stati uniti. Su 22 milioni di pareri sulla sospensione della net neutrality ben 18 milioni erano falsi (tutti a favore del libero mercato). Un tribunale di New York però fa chiarezza e condanna i giganti delle tlc. Si attendono ora le mosse di Biden

Una protesta davanti a un negozio Verizon nel 2017 a favore della net neutrality

Una protesta davanti a un negozio Verizon nel 2017 a favore della net neutrality

Di uno degli uomini più corrotti della stagione di Trump. Ma anche di come le grandi telco, le compagnie telefoniche statunitensi siano in grado di “comprarsi” – letteralmente - il consenso in rete. E ancora: di come forse sia arrivato il momento di riflettere su cosa significhi l’ormai abusata espressione: “partecipazione diretta” on line. O dell’incredibile meticolosità degli attivisti digitali americani. E infine, di una sentenza, pronunciata due giorni fa, dalla procura generale di New York. C’è tutto questo dentro una storia, appena conclusa. Una storia che va raccontata, allora, dall’inizio. Partendo dallo sfondo. Si parla di net neutrality, la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.