closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Nepal, soft power ad alta quota

Nepal. Il Nepal post terremoto è terreno di conquista. India, con un miliardo, e Cina, con 500 milioni, sono in testa nella classifica della solidarietà

Preghiere in onore delle vittime del terremoto in Nepal nel luglio 2015

Preghiere in onore delle vittime del terremoto in Nepal nel luglio 2015

I nepalesi, di fronte a un sisma che con migliaia di vite e centinaia di migliaia di case ha spazzato via metà dei 19 miliardi di dollari del Pil nazionale stanno dimostrando un'ottima attitudine, che ha permesso di accogliere in modo abbastanza scomposto, nelle settimane immediatamente successive al terremoto, l'eccezionale solidarietà internazionale di stati, organizzazioni transnazionali, ong-bulldozer pronte a fare del bene. Tantissimo bene in forma di aiuti aviotrasportati e diligentemente pubblicizzati nella tradizionale «gara di beneficenza» che si corre in ogni zona remota del pianeta suo malgrado colpita dal cataclisma. Cibi avariati compresi, nel caso del riso di New...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi