closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Nell’inferno della coscienza

Cannes 68. «Sicario» di Denis Villeneuve feroce poliziesco sullo sfondo dei massacri da narcotraffico

Benicio Del Toro

Benicio Del Toro

Dalle emozioni coloratissime della Pixar che hanno ammaliato la giornata di lunedì, al nero abissale della guerra ai cartelli della droga in Messico. Al suo secondo film americano, dopo Prisoners, il quebequois Denis Villeneuve scuote il torpore del concorso con Sicario, un feroce poliziesco ambientato, come suggerisce il titolo, sullo sfondo dei massacri da narcotraffico. Il milieu e una delle star sono gli stessi di Traffic ma, fin dalla scena d’apertura, Villeneuve alza la posta: la sua è una versione concentrata e molto, molto, più sanguinaria del film di Soderbergh. Kate Macer (l’inglese Emily Blunt, consacrata a eroina d’azione in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.