closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Nella terra di confine fra le tavole dei fumetti e il grande schermo

Al cinema. «La profezia dell'armadillo» di Emanuele Scaringi, tratto dal graphic novel di Zerocalcare

A Michele Rech/Zerocalcare va dato il merito di avere messo in scena i fantasmi e le ossessioni di una non-generazione, dando voce a un dissenso urbano di periferia innestato in serie televisive, guerre stellari e centri sociali. La sua invenzione più originale, però, è di essere riuscito a cogliere il linguaggio di una generazione che i media ufficiali descrivono senza voce con la precisione documentaria del miglior Andrea Pazienza. Inevitabile quindi che nei confronti del film di Scaringi ci fosse un’attesa estremamente alta (proprio come all’epoca ci fu nei confronti del Paz! di De Maria). Il film, inevitabilmente, decomplessifica l’impalcatura...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.