closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Nella «Passione» di Bach il tempo della nostra spiritualità»

Musica. Antonio Pappano racconta il suo nuovo passaggio nel repertorio sacro del musicista. In scena a Roma

Antonio Pappano

Antonio Pappano

La centralità dell’elemento spirituale è una preoccupazione costante nei programmi che Antonio Pappano ha messo a punto a Roma, sin dalla prima sua stagione come direttore musicale a Santa Cecilia: Britten, Bruckner, Honegger, Beethoven, e in senso più ampio Mahler e Henze e naturalmente J.S. Bach. Affrontare i capolavori sacri bachiani con una grande orchestra e un coro celebre e antichissimo offre, oltre alle riflessioni sul trascendente,un banco di prova fondamentale per la quadratura e la qualità di una compagine contemporanea. Specie dopo decenni in cui importanti ensemble hanno fissato i canoni, peraltro in costante evoluzione, dell’interpretazione del repertorio barocco...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.