closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Nella notte dei Julie’s Haircut

Note sparse. «In The Silence Electric», ombre e incubi per il nuovo lavoro della band emiliana tra rock, jazz e new wave. Ritmi ipnotici, visioni e contaminazioni nei nove lunghi brani del disco

Julie's Haircut

Julie's Haircut

È passato solo qualche mese – era un’estate tumida, che stentava ad avvampare – dal visibilio liquido, ipnotico di Music From The Last Commander dei Julie’s Haircut, che interpretavano le immagini di Von Sternberg, confermando una predisposizione alla visione, alla visionarietà, che è connaturale di quella che è senz’altro una delle maggiori band in circolazione, in quell’ambito rock dai confini labili, trascolorante in continuazione tra kraut, psichedelia, shoegaze, impuntito con tratti di jazz, new wave, post punk. È quel contesto che ad esempio vede coesistere gli Oscillation, i The Early Years, Sula Bassana (il progetto più spaziale di David Schmidt),...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.