closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Nella Hong Kong cinese vietato ricordare il 4 giugno 1989

32 anni da piazza Tiananmen. Arrestata Chow Hang Tung dell’organizzazione che in passato ha organizzato la veglia. È accusata di aver promosso la manifestazione non autorizzata

Candele, fiori e magliette nere. A Hong Kong ieri, chiunque era in strada con questi oggetti veniva fermato e perquisito dalla polizia. Per molti è stato difficile sfuggire al controllo dei 7mila poliziotti predisposti alla sorveglianza delle strade dell'ex colonia britannica, nel giorno che segna il ricordo del massacro di piazza Tiananmen. A distanza di 32 anni dal 4 giugno 1989, la città, che dovrebbe godere di libertà civili e politiche sancite dalla Basic Law e garantite dal modello «un paese, due sistemi», non ha potuto ricordare lo storico evento, contrassegnato da violenza e repressione del dissenso, che è stato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi