closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Nella dimensione oscura del sogno

Note sparse. Con «Lucifero alchemico» il ritorno discografico di Deca

Musicista, scrittore e artista multimediale savonese, da decenni Federico De Caroli, in arte Deca, è un ponte tra la musica «colta» e quella underground più d’avanguardia, Se i primi riferimenti del musicista sono Jean-Michel Jarre e il rock cosmico tedesco, con Claustrophobia (’89) comincia il suo viaggio nelle atmosfere dark-industrial, un viaggio non schematico, ma che trova via via sempre nuove prospettive. L'estrema sensibilità  di Deca verso la dimensione del sogno lo ha portato a sviluppare insieme ad altri artisti il movimento del Distonirismo, che postula la parità ontologica e cognitiva tra stato di sonno e stato di veglia, con...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi