closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Nel segno di Aida

Opera. Il capolavoro verdiano scelto nella versione storica di Franco Zeffirelli del 1963. Daniel Oren dirige con ritmo e senso dell’azione, peccato per le voci non proprio all'altezza

Una scena da Aida

Una scena da Aida

Franco Zeffirelli compie 95 anni, il suo primo allestimento di Aida per il Teatro alla Scala di Milano ne compie 55. Quella che ha fatto decidere ad Alexander Pereira, sovrintendente del teatro, di festeggiare il primo compleanno col secondo non è una numerologia semplicemente affettiva, ma anche storiografia (nel senso della storia della messinscena teatrale) ed estetica tout court: sì perché l’allestimento del 1963, a differenza di altri di Zeffirelli ormai non più proponibili, ha attraversato il suo mezzo secolo di vita con una freschezza stupefacente ed è arrivato a noi con una capacità di «rappresentare» l’essenza del teatro verdiano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.