closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Nel ritmo noir di una storia drammatica che ci riguarda

Narrativa. «La morte si nasconde negli orologi», l’esordio letterario di Emiliano Deiana. A dispetto di rimandi, citazioni, riferimenti, visibili e invisibili, l'autore riesce a creare qualcosa di nuovo e assolutamente suo. Una scrittura non solamente raffinata ed elegante, classica, quasi, nei suoi echi epici e drammatici

La storia è ambientata in un piccolo paese, Turmac, che si trova lungo la linea ferroviaria che porta a Somewhere. Il tempo, l’epoca in cui sono avvenuti i fatti narrati, non è ben definito. Dovrebbe corrispondere a un’epoca tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento. Tutto ha inizio con l’arrivo di una donna bella e magnetica, con un segreto terribile nel suo passato e una vendetta nel suo futuro. Sono questi gli elementi da cui prende il via il primo romanzo scritto da Emiliano Deiana e intitolato La morte si nasconde negli orologi (Maxottantotto edizioni, pp. 205, euro 15)...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.