closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Nel Pd la ’trentina’ di nuovo non vota

Democrack. Cuperlo: più di così dovremmo uscire. I prof a Fassina: esci dal partito. La minoranza: ora il senato cambi la legge

Stefano Fassina, Pd, nei presìdi degli insegnanti

Stefano Fassina, Pd, nei presìdi degli insegnanti

I discorsi dei dissenzienti del Pd sul ddl scuola erano pronti: prima dolorosamente meditati, poi prudentemente scritti. Ma niente da fare: alla fine Stefano Fassina, Alfredo D’Attorre e Gianni Cuperlo non prendono la parola in aula. «Non si può», spiegano dai banchi della presidenza di Montecitorio: i tempi, contingentati, sono stati consumati. Lo show finisce qua, almeno per ora. È una piccola delusione per la galassia della minoranza Pd. Ma meglio così, per una volta non si noteranno le quaranta piccole differenze inscritte in voti uguali solo all’apparenza. Anzi, ’non voti’: di 40 deputati che non partecipano al voto, 28...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.