closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Nel paesaggio di «Madalena»

Rotterdam 50. In concorso al festival di Rotterdam il film di Madiano Marcheti, tra campi di soia e violenze, un gruppo di amiche trans e il Brasile di oggi. È invece un on the road fantastico attraverso il Tibet, «Bipolar» di Queena Li.

Chi è Madalena lo scopriamo un po’alla volta anche se hitchcockianamente all’inizio del film viene trovato un cadavere negli infiniti campi di soia in cui ci accolgono due struzzi. Lo dice a Luziane la madre con la quale lavora, ma lei non pensa a Madalena, anzi bussa alla sua porta in cerca di soldi, dalla casa si sente la musica e però nessuno risponde. Brasile, un’area nel Mato Grosso fatta di sobborghi poveri e zone per ricchi protette dalle recinzioni, è lì che vive Cristiano, giovane rampollo di proprietari terrieri con la frustrazione di provare alla famiglia, al padre soprattutto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.