closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Nel nome del padre. A Ivrea il movimento si fa di governo

M5S. «Sum. Capire il futuro»: primo test nella culla dell’informatica italiana. La convenction per ricordare Gianroberto Casaleggio. In cerca del premier.

Gianroberto Casaleggio

Gianroberto Casaleggio

«Il capo politico è Beppe Grillo», ha detto Davide Casaleggio l’altra sera in tv ospite di Lilli Gruber, a disimpegnarsi dai temi più scottanti che riguardano il Movimento 5 Stelle. Eppure, la convention che si apre oggi a Ivrea ha inevitabilmente un significato politico. «Sum. Capire il futuro» si tiene alla Officina H, auditorium ricavato dal cortile interno che un tempo era circondato dagli edifici industriali in stile razionalista della Olivetti. È qui, nella culla dell’informatica italiana, che Gianroberto Casaleggio ha sempre collocato l’immaginario dell’impresa avveniristica in grado di modellare la società. Visionario futurologo o integralista della logica d’azienda? Il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi