closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Nei versi di Raúl Zurita si moltiplicano gli spazi e i tempi delle voci delle vittime

Poeti cileni. «INRI», da edizioni edicola

Chi ha visto la trilogia del grande documentarista cileno Patricio Guzmán riconoscerà subito la sequenza degli elementi fondamentali dei testi poetici raccolti da Raúl Zurita in INRI (Edizioni Edicola, pp. 151, € 18,00), perché entrambi portano gli inconfondibili segni d’identità del paesaggio: l’oceano Pacifico, le Ande, il deserto di Atacama. O meglio, mostrano e parlano delle tracce indelebili di sangue e di morte che la storia ha lasciato nel corpo del paese. Poeta poco conosciuto in Italia ma ampiamente celebrato in ambito ispano americano, Raúl Zurita è in questi testi contemporaneamente un corpo che testimonia della brutalità della dittatura e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.