closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Nebulosa Tigray

Etiopia/Tigray People's Liberation Front. Continua il blocco sulle informazioni indipendenti e gli aiuti umanitari procedono a stento. Botta e risposta sul coinvolgimento di truppe eritreenel conflitto

Rifugiati tigrini in fila per il cibo nel campo di Qadarif, nel Sudan orientale

Rifugiati tigrini in fila per il cibo nel campo di Qadarif, nel Sudan orientale

Il conflitto nella regione ribelle del Tigray derubricato dal governo etiope in «azione di ripristino della legalità» è sempre più nebuloso. Con il blocco delle comunicazioni telefoniche e internet gli unici a parlare sono i contendenti e il rischio propaganda vs disinformazione è altissimo. A questo si aggiungono altre fonti che seppure qualificate non apportano prove sufficientemente attendibili. Il fulcro diplomatico gira intorno alla qualità del conflitto. È interno? Oppure vede coinvolti altri Paesi (Eritrea)? Nel primo caso la diplomazia ha poche possibilità di intervenire perché la questione attiene la sovranità di un Paese, nel secondo le possibilità di pressione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi