closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

«Né io né lui». Ma Di Maio ci prova fino all’ultimo minuto

Braccio di ferro. Salvini allestisce i gazebo leghisti sul programma e insiste sul no al pentastellato, che però ancora punta alla guida del governo. Resta in campo Conte. Mattarella si aspetta per stasera notizie sul nome del premier. Poi dirà la sua. Domani i leader al Colle

Luigi Di Maio a Ivrea

Luigi Di Maio a Ivrea

L’affluenza ai gazebo, assicurano i leghisti, è molto alta: comunque resteranno aperti anche oggi. A dire la loro sul contratto non sarebbero stati ieri solo gli elettori del Carroccio ma anche parecchi di Fi e di FdI, sempre stando agli allestitori. Tra i soci a cinque stelle, invece, sono stati 44mila su circa 140mila iscritti a votare venerdì nel sondaggio online: risultato non eccezionale. I votanti hanno plebiscitato il contrattone e si può scommettere che identico responso daranno i gazebo verdi. Significa che a questo punto, dopo un lunghissimo tira e molla, i due leader sono obbligati a mettersi d’accordo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi