closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Né di lotta, né di governo politica al tappeto in 7 mosse

Morte della politica. L’economia della società liquida plasma il mondo, i movimenti globali dei Forum sono privi di istituzioni, come i sindacati chiusi nel recinto nazionale. Il nuovo universalismo della sinistra è quello ecologico

Che nella nostra epoca vada in scena, su scala mondiale, un declino della politica appare poco dubitabile. Politica, intendo, come capacità di governo degli uomini, secondo ordinamenti e scelte largamente condivisi dai governati, dunque con carattere egemonico, da parte dei ceti dominanti. E politica come capacità di conflitto organizzato, per rovesciare o trasformare radicalmente l’ordine esistente, da parte della classe operaia e dei ceti popolari. Ambedue gli ambiti appaiono in rotta, e sono reciprocamente connessi. Vediamo nel nostro campo. 1) La prima causa credo sia da individuare nello squilibrio tra la dimensione ancora nazionale, territoriale, della lotta popolare e di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi