closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Macron patriottico nazionalizza i cantieri di Saint-Nazaire

Francia/Italia. I contatti con Fincantieri non sono rotti: martedi' il ministro Le Maire a Roma. L'obiettivo di Parigi è sempre un accordo 50-50. La Francia difende "gli interessi strategici" contro il rischio per l'occupazione e il trasferimento di brevetti e know how (alla Cina). Destra e sinistra soddisfatte. I secondi fini della mossa di Macron

La Francia «fa valere il diritto di prelazione» sul 66,7% del capitale dei cantieri di Saint-Nazaire, ceduto dal coreano STX (fallito nel 2016). Lo ha annunciato il ministro delle Finanze, Bruno Le Maire, giustificando la decisione «per difendere gli interessi strategici» del paese, «proteggere» brevetti, know how e occupazione, obiettivi che rientrano pienamente nel «ruolo dello stato». È però una «decisione temporanea», ha precisato Le Maire, che ha rifiutato di utilizzare il termine «nazionalizzazione». LA FRANCIA vuole guadagnare «tempo», per «negoziare le migliori condizioni possibili» per un’eventuale partecipazione di Fincantieri, che resta «sul tavolo». Martedì, Le Maire sarà a Roma...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.