closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Nazionalismi all’attacco, da Est e da Ovest, l’onda nera contro la preda europea

Respinta l'onda nera. Le frustrazioni dell’Est e dell’Ovest dirottate verso lo spauracchio dell’immigrazione e di una élite cosmopolita ma non contro i grandi capitali multinazionali

Dunque il parlamento europeo, organismo eletto a suffragio universale, ha finalmente battuto un colpo, questa volta di natura politica, contro l’Ungheria di Victor Orban, stabilendo con ampia maggioranza che nell’Unione non è consentito fare carta straccia dello stato di diritto. Forse l’“onda nera” dei nazionalismi comincia a preoccupare davvero. In realtà ad abbattersi sulle estenuate democrazie del Vecchio continente sono stati almeno due frangenti. L’uno proveniente dall’Est, l’altro dall’Ovest. Hanno destato allarme e stupore i sondaggi che incoronano l’Afd, la formazione nazionalista e xenofoba tedesca, primo partito nei Laender della ex Rdt. Il fatto è che quelle regioni, nonostante l’Anschluss...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.