closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Nawal al Sa’dawi, una cattiva ragazza nella primavera della rivoluzione

Graphic novel. L'esperienza di averla immaginata a fumetti, e la pubblicazione di «Cattive ragazze. 15 storie di donne audaci e creative»

Una tavola tratta da «Cattive ragazze.  15 storie di donne audaci e creative» di Assia Petricelli e Sergio Riccardi (Sinnos 2017, dettaglio)

Una tavola tratta da «Cattive ragazze. 15 storie di donne audaci e creative» di Assia Petricelli e Sergio Riccardi (Sinnos 2017, dettaglio)

Ho scoperto la figura di Nawal El Saadawi nel 2012, durante le mie ricerche per Cattive ragazze (Sinnos, 2013), un libro a fumetti, disegnato da Sergio Riccardi e destinato a un pubblico di ragazzi e ragazze, dedicato a quindici figure femminili che si sono battute contro le prigioni del patriarcato. Avevo già scelto buona parte delle protagoniste da un lunghissimo elenco di possibilità, raccolte nel corso del tempo. Eppure sentivo che mancava qualcosa. Quasi tutte le donne che avevo individuato erano europee o americane. In un’opera che si proponeva di rompere con gli stereotipi sulle donne, non rischiavo di confermare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi